Parigi, Francia

#l'Archipel

Villa Medici. Concorso di selezione per i borsisti 2019-2020

07   /  02  /   2019

Foto di repertorio

Arcipèlago s. m. [voce formatasi nell’italiano antico, dal greco byzantino arkipelagos, « mer principale », forse alterazione (per incrocio con arci-)  Αἰγαῖον πέλαγος «Mare Egeo».

1 GEOGR Raggruppamento di isole situate nello stesso mare e accomunate dai caratteri morfologici. 

2 estens. Raggruppamento di cose affini tra loro[*]

Diverse realtà si sovrappongono oggi e trasformano la nostra maniera di percepire il territorio. I viaggiatori ammirano il paesaggio pensando che sia li da sempre come lo riveli la sua sola natura, dimenticando quante volte il tempo o l'uomo sono intervenuti sul territorio, modificato i suoi tratti o ancora trasformato la sua apparenza.

 

La percezione cambia a seconda dello sguardo di chi contempla. Come un arcipelago d'isole in una vasto mare, che sarà il territorio. I luoghi identificati diventeranno delle isole e altri luoghi informali saranno allora come degli scogli. Dei pezzi di diverse forme e di diverse grandezze saranno bagnati da un mare vernacolare.

L'arcipelago, come una distesa di mare costellata d'isole o gruppi d'isole, è una metafora necessaria alla comprensione del territorio.  Per approcciarla, siamo partiti dalle coste del Mediterraneo, diversamente detto il nuovo territorio fatto di borghi. In seguito, siamo approdati all'isola-frontiera, dove abbiamo scoperto l'sola della città poi seguendo les tracce passate e contemporanee, ci siamo ritrovati a Roma Marittima.

Una percezione sensibile di questo paesaggio complesso è dunque possibile. Percorrendo l'Ager romanus dal mare alla campagna con destinazione Roma, la Città eterna, possiamo ritrovare dei frammenti, dei dettagli, delle sfumature e dei gusti che ci rimandino a queste realtà parallele.

 

[*] Dizionario Hoepli, 2018

Un grazie speciale a:

Olivier Duffé

Irene Valitutto

Ulysse Mouron

© 2018 by res[eco]architecturae

#Archipel

Les sept colines de Rome